Associazione

Milongut è una associazione sportivo dilettantistica con sede a Milano e ha lo scopo di preservare e diffondere la magia del tango perché possa esprimersi al meglio nella sua originalità. Milongut è nata a novembre 2013 da un’idea di Lulamiao, già tango-dj da alcuni anni, con un gruppetto di amici appassionati come lei di tango per creare momenti di aggregazione, feste, corsi, stages, incontri tematici e approfondimenti musicali, artistici e culturali, a Milano come a Buenos Aires o dovunque al mondo ci sia Tango.

Milongut asd è affiliata ACSI (affiliazione n°101445) e FAITANGO, iscritta al registro del CONI.

Con noi collaborano ballerini, musicisti e maestri italiani, argentini o di altre nazionalità.

ORIGINE DEL NOME "MILONGUT"

Milongut è un nome di fantasia “lunfardo/lombardo”, titolo di un brano di milonga contemporanea scritto dai Medialuna Tango Project, e inserito nel loro primo cd Una flor y dos corazones. Vuole esprimere un’idea ironica, popolare e al contempo impegnata di ballo. Uno dei compositori, Gianluca Pozzi, è tra i soci fondatori della nostra associazione.

IL TANGO

E.S. Discépolo definì il tango "un pensiero triste che si balla”; sicuramente si riferiva al testo
delle canzoni, brani spesso malinconici e struggenti, non al ballo che invece fa gioire il cuore dentro a un abbraccio; il tango è un modo di vivere, un’insieme di raffigurazioni della vita, malinconiche o allegre, con arte e sentimento; molto più di un ballo o un genere musicale; una cosa è certa: quando lo incontri non vuoi più allontanartene.

Quindi lo cerchi, ascolti, osservi, studi, provi, aspetti… lo balli.
Perché il Tango è soprattutto un modo di comunicare, non verbale ma tramite un abbraccio.
La caratteristica che amiamo di più del tango è il fatto che sia sociale e popolare.
È un ballo adatto a tutte le età, un mezzo meraviglioso per divertirsi,
creare legami d’amicizia e occasioni uniche.

Il tango viene abitualmente definito argentino, ma la corretta definizione sarebbe rioplatense, in quanto nato e cresciuto sorattutto nelle due città di Buenos Aires e Montevideo, entrambe esposte sul Rìo de la Plata.

I commenti sono chiusi.